Un’immagine vale molto più di mille parole

Chissà quante volte avrai sentito pronunciare questa frase.
Un proverbio che nell’era dei social network e dell’overload informativo è diventato ormai una regola fondamentale.

Chi utilizza il web per il personal branding o più semplicemente per fare marketing, dovrebbe tenerla sempre a mente nel momento in cui pianifica la propria strategia di comunicazione.

In ogni tipo di attività digital, le immagini possono essere di grande impatto poiché permettono di veicolare un messaggio raggiungendo in modo più immediato ed efficace gli obiettivi che ci si è posti.

Quando ho messo online il mio sito, avevo ben chiara la sensazione che volevo far scaturire nei suoi visitatori. Dopo aver lavorato molto sul mio personal branding, grazie anche ai preziosi consigli di Gioia Gottini, ho iniziato a raccontare la mia storia e quella della mia attività senza mai nascondere la mia personalità.

Perché il personal branding è la tua risorsa più preziosa, quella da cui scaturirà il processo creativo che farà sì che tu possa raccontarti online (ed offline) rimanendo sempre coerente con il tuo carattere, le tue attitudini e le tue passioni.

Saperti qui a leggere queste righe e a navigare tra le pagine del mio sito, significa accoglierti nel mio mondo. Una dimensione nella quale mi sento a mio agio e mi riconosco. È un po’ come aprirti la porta di casa mia e accoglierti per un tè.

Un viaggio creativo dentro e fuori di te

Quando decidi di raccontarti online non è facile, lo so. Ci sono un sacco di domande dalle quali partire. Molte sono già nella tua testa ma altrettante saliranno dalla tua pancia. Quest’ultime sono il frutto delle insicurezze e delle paranoie che ciascuno di noi si fa (e credimi, so di cosa parlo!).

Farsi tante domande ti aiuta a fare ordine, a capire come puoi davvero fare la differenza facendo semplicemente ciò che ami fare: il tuo lavoro.

Ai miei clienti cerco sempre di far capire che il punto di partenza è davvero solo un grande

PERCHÉ

[E questo perché, oltre ad essere una mia fissazione, è anche merito di Simon Sinek, autore di Start with why e di un bellissimo TEDTalk. Se ancora non lo conosci ti consiglio di curiosare]

E una volta trovate le risposte, sei già a metà del viaggio. Non ti resta che trasmettere il tuo universo di valori attraverso le immagini.

Io per le fotografie del mio sito mi sono rivolta alle ragazze di Slow Picture Studio. Ho deciso di affidarmi ad Agnese e Cristina, due professioniste che hanno saputo tirar fuori la mia visione delle cose, dandomi tutti gli strumenti per riuscire a guardarmi anche da fuori e mettere a fuoco la mia vera natura.
Volevo lavorare con qualcuno che avesse la mia stessa cura per i dettagli, qualcuno capace di guardare sempre oltre le apparenze della vita quotidiana. Qualcuno che mi facesse toccare con mano l’autenticità delle cose.

Nei loro scatti ho percepito la bellezza di entrare in relazione con le persone e con gli oggetti, la capacità di scendere in profondità senza avere paura di catturare spazi bui, ancora inesplorati.

Lavorare insieme a loro è stato un processo creativo spontaneo, naturale. Gli ho raccontato la mia storia e presentato tutti gli elementi costituitivi del mio brand: la mia moodboard, la mia identità visiva progettata da Carmen Tortorella e quegli elementi che per me non potevano assolutamente mancare.

Che dire, ci siamo capite sin da subito (complice anche Wanda che ha supervisionato il tutto) e mi sono entusiasmata un sacco per le loro proposte alle quali non avevo minimamente pensato.
E poi mi sono divertita troppo a girare per i mercatini dell’usato della mia città e nelle cantine di tutta la mia famiglia alla ricerca di oggetti vintage che potessero rappresentarmi!

Finalmente posso accoglierti nel mio mondo, accomodati e lasciati trasportare dalla tua fantasia creatrice.

Quanto zucchero vuoi?